Italia Krav Maga, in collaborazione con l’Associazione Scientifica Anti Crimine (ASAC), è lieta di proporre il primo corso in Italia di difesa personale specificamente rivolto a tutte le varie figure del soccorso (medici, infermieri, soccorritori, assistenti sociali, ecc.) che possono trovarsi esposti a situazioni d’emergenza durante le quali si renda necessaria la prevenzione o gestione di incidenti di aggressività e violenza, oppure ancora la salvaguardia e la tutela dell’incolumità fisica propria, dei colleghi o di individui terzi.

Strutturato su 6 ore di formazione, il corso mira a fornire all’operatore gli strumenti pratico-teorici essenziali ad un’adeguata capacità di risposta a scenari di soccorso sanitario che coinvolgano la presenza di persone potenzialmente o attualmente pericolose. Dal riconoscimento dei segnali indicatori di situazioni di pericolo alle strategie di gestione ed evasione, fino al nucleo più strettamente pratico del corso incentrato sul training fisico di alcune tecniche e nozioni di difesa personale efficaci ed istintive di cui servirsi in caso di aggressione. Obiettivo primario del corso è formare nei partecipanti una maggiore consapevolezza dei rischi insiti nelle varie fasi del soccorso pre-ospedaliero e/o di assistenza nei reparti ospedalieri, nonché un’attitudine improntata ad una maggiore fiducia in se stessi e nelle proprie possibilità di non essere vittime delle circostanze.

Sabato 10 MAGGIO 2014
dalle ore 9:00 alle ore 17:00
presso la Sede della Misericordia di Modena
Strada Cimitero San Cataldo, 111

Istruttore Sergio Rosi

Quota di partecipazione a persona: Euro 60,00 (comprensiva di assicurazione personale per ogni iscritto al corso)

E’ necessaria la prenotazione presso la segreteria Asac ai seguenti recapiti:
Tel. 346/2294226 oppure 340/6829198   E-mail: segreteria@asacitalia.it

E’ preferibilmente richiesto ai partecipanti di indossare la propria divisa di soccorso/lavoro, oppure un abbigliamento comodo e adatto all’attività sportiva. Si raccomanda inoltre a tutti gli iscritti di munirsi di bottiglietta d’acqua per i momenti di pausa.